martedì 1 settembre 2020

Tempesta D'Amore: Le critiche del pubblico alla sedicesima stagione!


La sedicesima stagione
di Tempesta D'Amore è una delle più discusse di sempre, e non solo come si potrebbe pensare a causa del personaggio di Tim Saalfeld, scelta che non è piaciuta a tutti, per via del precedente ruolo interpretato da Florian Frowein. I problemi, almeno secondo il pubblico tedesco, sono tanti. 

In base alle Anticipazioni relative alle puntate tedesche, non sta piacendo l'inserimenti di personaggi meteora che spesso non hanno un ruolo ben definito e vengo presentati come cruciali, quando poi si fermano solo per qualche puntata ma nemmeno i continui cambi di rotta delle trame che sono spesso repentini e ingiustificati, anche solo a livello logico. 

Non è piaciuta ovviamente la defezione di Natascha - ma questo non è detto che dipenda dagli autori - e non tutti stanno gradendo il ritorno di Rosalie Engel che in molti ritengono un personaggio superato e fondamentalmente una minestra riscaldata in termini narrativi. Gli autori terranno conto di queste lamentele o continueranno a proporre storie strampalate? 

17 commenti:

  1. Pensavo anche ad un'altra cosa. Che almeno per me (e per tanti altri forse, almeno credo) in un certo senso si è verificata la conferma del "fallimento" in qualche modo del "riusare" un protagonista per la seconda volta.
    Premetto che so che Boris non è stato protagonista ufficialmente, ma per me ha avuto una vera e propria storia da protagonista ufficiosamente e io in qualche modo - almeno nella mia testa - lo considero come se fosse stato protagonista, se mi sono spiegata su cosa intendo. E dopo pochissimo ci rifilano il gemello eterosessuale insopportabile pieno di cliché e che personalmente non vorrei nemmeno se fosse l'ultimo uomo sulla faccia della terra.
    Se la sesta stagione con il Robert già stato protagonista e tornato vedovo e abbastanza insopportabile era stato davvero penoso visto che avevano ammazzato i punti cardine delle storie protagoniste, anche qui abbiamo il "Patané" di oggi che "torna" protagonista, ossia Frowein.
    Certo con tutto il rispetto per Florian Frowein, ne deve mangiare di polvere per raggiungere il livello di Patané. Perché non so voi, ma io ho sempre trovato Patané all'altezza, anzi addirittura migliorato negli anni.

    RispondiElimina
  2. Ci vuole una rivoluzione per la stagione 17, non possono continuare così, la stagione fa acqua da tutte le parti e sarebbe ora di chiuderla, è inutile allungare il brodo come hanno fatto con la undici

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ad oggi continuo a non capire come dopo una stagione strepitosa come la dieci abbiano partorito un obbrobrio come la 11.

      Elimina
  3. Il ritorno di rosalie come prevedevo è stato un grave errore. Invece di dare una storia e sviluppo importante al personaggio la stanno solo rendendo ridicole con le solite storielle di cui tutti vorremmo fare a meno. Pamela

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Rosalie è un personaggio storico, a cui il pubblico è affezionato, però avrebbe dovuto avere ad un certo punto un finale, un lieto fine, cosa a cui gli autori non hanno mai provveduto. D'altronde se penso ai suoi uomini, non che sia mai stata trattata troppo bene. E sinceramente il probabile ennesimo ritorno di fiamma con Michael è una delle cose potenzialmente più patetiche degli ultimi anni

      Elimina
  4. Buonasera a tutti! Francamente ho già espresso tante volte i miei dubbi per questa stagione. Ovviamente la situazione Covid non ha aiutato, però non deve essere una scusante.
    Io sono rimasta a metà della puntata 3431 e non ho nemmeno voglia di recuperare quello che ho perso. L'entusiasmo che la stagione 14 e 15 mi avevano dato è quasi scemato del tutto.
    Tra i personaggi che vanno e vengono senza incidere, tra le trame che annoiano e gli addii eccellenti (tipo Natascha e Eva) questa stagione non convince.
    Capitolo a parte per i protagonisti. Non ho mai trovato un motivo che fosse uno per farmeli piacere, assieme non hanno un briciolo di chimica e l'idea di un gemello etero di Boris è stata onestamente pessima, non smetterò mai di dirlo. Che poi in realtà a me Tim in coppia con Amelie non dispiace, così come Franzi con Steffen (anche se lui è stato rovinato).
    La 17esima stagione ha bisogno davvero di una scossa bella forte...
    Vale

    RispondiElimina
  5. Quando non si hanno più idee è meglio fermarsi.
    La verità è che non c'è realmente voglia di seguire nuove strade.
    Ad esempio non abbiamo mai visto una ragazza madre come protagonista, sarebbe stato interessante.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Potevano osare già dalla 15 promuovendo Tobias e Boris protagonisti come il pubblico voleva,altro sbaglio

      Elimina
    2. Beier non era disponibile a rimanere una stagione intera a causa dei suoi impegni come cabarettista, comunque concordo, potevano e dovevano osare di più, ormai siamo nel 2020 e non si possono più vedere modelli femminili del genere come protagoniste e il solito cliché dello sciupafemmine che si innamora della santarellina di turno.

      Elimina
    3. Tante cose attuali possono essere portate in scena a livello di storie protagoniste e non solo e purtroppo non le abbiamo mai viste.
      E comunque Elisa, riflettevo su questa stagione e il cliché è la cosa minore anche se nemmeno io lo sopporto. Tra le altre cose Franzi è pure difficilmente inquadrabile a mio parere, a me sembra una priva di equilibrio.
      Questa stagione - e non mi sto dimenticando che siamo in una soap - sta pure lanciando il messaggio a livello di storia protagonista che un "protagonista maschile" (uso le virgolette perché un esemplare maschile come Tim è pure troppo definirlo uomo) può essere capace di tutto nei confronti della donna che dice di amare (che poi sono parole vuote se non si dimostrano) può farne di tutti i colori e parliamo davvero di cose gravi, non della classica sofferenza alla Emma da amore non ricambiato che può pure starci, dall'essere fedifrago, alla truffa, al portar via un terreno di famiglia che rappresenta moltissimo, all'accusare addirittura di omicidio una persona, all'umiliarla in tutti i modi possibili, non parliamo poi di lei che gli dà corda.
      Scusate ma io lo sostengo fortemente, questo non è un grande amore, è un amore tossico.
      E poi lei perché lo sceglierà? Perché per motivi ignoti è innamorata di lui dopo che gliene ha fatte di cotte e di crude? Perché quello che si è scelta dopo è pure peggio sotto certi aspetti e fa il ragionamento, mi prendo il meno peggio?
      A me fa accapponare la pelle, ripeto, so che la soap non ha un intento educativo ma se dici di mettere in scena ogni stagione un grande amore, con questa storia qui, per come la vedo io, lanci un messaggio terribile sia con un uomo come Tim sia con una donna come Franzi. Altroché matrimonio, lieto fine, trasferimento, dovrebbero andare entrambi in terapia

      Elimina
    4. Sono d'accordo con te Gio, l'amore di Franzi è Tim e tossico. A me ricorda molto quello tra Alicia e Christoph, tossico e squilibrato.
      Vale

      Elimina
    5. Alicia più che amare Christoph, secondo me amava l'idea che si era fatta di Christoph nella sua testa, pensava ad esempio di conoscere solo lei il "vero" Christoph, di poterlo "redimere", di "guidarlo" in un certo senso e invece avveniva il contrario perché lui la manipolava. E quando lo vedeva per come era, faceva finta di non vedere. Ecco forse Alicia si era innamorata della recita che Christoph faceva con lei e per lei.
      Franzi invece corre dietro a quest'uomo che ne combina di tutti i colori e che non nasconde nulla. Tim non ha maschere, è così purtroppo e lei non è innamorata di un'idea, è proprio innamorata di questo qui.

      Elimina
    6. La sedicesima stagione, come la tredici, è piena di cliché e stereotipata, scritta veramente male

      Elimina
    7. C'è da dire che almeno William non era un delinquente. Insopportabile si e tante altre cose, ma non capace di fare quello che ha combinato Tim. E alla fine l'ha finita con la sua equivalente al femminile perché così ho sempre qualificato Rebecca. E fortunatamente per loro, pure le altre due donne di William hanno avuto il loro lieto fine, anche se in tempi e modi differenti e fortunatamente si sono rifatte una vita. Penso che se William e Rebecca, almeno per me, sono finiti nel dimenticatoio abbastanza in fretta, con Franzi e Tim sarà difficile dimenticare.
      Che poi di solito sono le storie tra i cattivi ad essere storie tossiche, o tra un cattivo e un buono e qui invece abbiano una storia protagonista che è proprio tossica.
      Gli stessi Alicia e Christoph erano protagonista e antagonista.

      Elimina
    8. La sedici in qualche modo mi pare un incrocio tra la undici e la tredici.
      E credo che il ritorno di Frowein nei panni di Tim sia un problema grosso ma non l'unico, secondo me ne copre tanti altri, in primis l'inettitudine della protagonista femminile. A me Franzi sotto certi aspetti ha fatto rivalutare gente come Theresa e Alicia che ho sempre detestato.

      Elimina
  6. Gli autori devono capire che la stessa minestra riscaldata non va bene e non porta nulla di buono.
    Devono mettere due personaggi principali abbastanza caratterizzati, con un certo spessore come per gli antagonisti e soprattutto ci vogliono storie legati al giorno d'oggi, piú attuali, dove lo spettatore si puó ritrovarsi.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ultimamente il problema sono anche gli antagonisti oltre ai protagonisti.

      Elimina

Benvenuti nella Community di Tempesta D'Amore; i commenti sono sottoposti a moderazione ed approvati alle seguenti condizioni:

- Devono essere educati nei toni e nella forma, contenendo la firma;

- Non devono contenere link;

- Non devono essere eccessivamente "Off-Topic" o riportare Anticipazioni non verificate.

Buona permanenza: l'invito al confronto ed alla sana discussione delle più svariate opinioni sarà sempre gradito.

Redazione (Ilenia)